Chi siamo

Scritto Sabato 27 Aprile 2013 - Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Luglio 2014

Il comitato di coordinamento regionale:

Dott.ssa Alessandra Corrias:  corrias.alessandra@libero.it

Dott. Giorgio Gaspa: giorgio.gaspa@yahoo.it

Dott.ssa Silvia Manca:  silvia.manca@tiscali.it

Dott.ssa Veronica Mancosu:  mancosu.veronica@gmail.com

Dott.ssa Francesca Mu: f.mu@tiscali.it

 

Quali sono le funzioni del comitato di coordinamento?

Prendere decisioni riguardo alle iniziative proposte e valutarne l’attuazione;

Mantenere i rapporti con i soci, altre associazioni impegnate nell’ambito, centri privati, ordini professionali, enti, Università, ASL così da condividere obiettivi ed iniziative;

Occuparsi della gestione fondi (derivati da iniziative o finanziamenti);

Mantenere i contatti con il direttivo dell’AIRIPA al fine di proporre iniziative simili e condivise.

I membri del comitato di coordinamento possono essere eletti tra i soci AIRIPA. Il comitato può proporre all’assemblea dei soci l’individuazione, tra i soci stessi,  di rappresentanti per specifici progetti d’importanza comprovata per l’Associazione. La nomina degli stessi avviene sempre  in assemblea su votazione dei soci.

 

Quali sono le funzioni dei soci?

 Eleggere il comitato regionale;

Prendere decisioni in merito ad iniziative sul territorio in assemblea (organizzazione di seminari, partecipazioni ad attività di sensibilizzazione ecc.);

Mantenere i rapporti con il comitato e collaborare con esso ad iniziative territoriali;

Perseguire gli obiettivi dell’AIRIPA e promuovere le buone prassi mantenendo i contatti con l’associazione nazionale;

Collaborare con il comitato per l’attuazione delle iniziative e dei progetti proposti, per la raccolta fondi, per l’organizzazione di convegni e seminari;

Organizzare incontri di supervisione regionali;

Esprimere opinioni e prendere decisioni interne all’associazione.

 

Cosa possono fare i collaboratori esterni (non-soci)?

 Partecipare alle riunioni;

Prendere parte ai seminari, agli incontri di supervisione casi;

Collaborare nella creazione della rete, quindi dei contatti con le ASL, le scuole, i comuni di ogni provincia;

Mantenere i contatti con i referenti regionali.