Città di Arezzo

All'incrocio di quattro valli: Val Tiberina, Casentino, Valdarno e Valdichiana.

La città ha origini antichissime, dimostra il ritrovamento di strumenti di pietra e del cosiddetto “Uomo dell'Olmo” del Paleolitico. Durante l’epoca romana divenne un simbolo importantissimo per l’espansione dei romani a nord, grazie alla sua posizione strategica. In seguito, all’inizio dell’età imperiale la città divenne ricca e prosperosa e furono costruiti molti stabilimenti pubblici, come il teatro, le terme e un anfiteatro di notevoli dimensioni. Divenne, inoltre, un centro di lavorazione di metalli e, soprattutto, di vasi in ceramica detti “corallini” per il loro colore.

Oggi Arezzo è conosciuta come la città dell’oro, della Giostra del Saracinoe ospita la sede dell’Università più antica della Toscana e una delle prime in Europa. Molti personaggi illustri sono nati in questa città: tra tutti Giorgio VasariPiero della FrancescaGuido MonacoFrancesco Redi e Petrarca.

Nonostante parte della città medievale sia stata distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, il centro di Arezzo conserva ancora splendide architetture da visitare, tra le quali la Basilica di San Francesco(forse la chiesa più famosa della città), la Fortezza Medicea che offre una bellissima vista sulla città, l’Anfiteatro romano, dietro il quale si trova un Museo Archeologico che racconta come è stato costruito, e la Piazza Grandecostituita da splendide arcate e dalla particolare pendenza con un dislivello di almeno 10 metri (progettata per incanalare l’acqua piovana).

Altri luoghi interessanti da visitare nella città sono il Duomo di Arezzo, situato in cima ad una scalinata in pietra e dal quale si riesce a vedere gran parte della campagna che circonda la città, e la Pieve di Arezzo, la cui costruzione ebbe inizio a metà del XII secolo con lo scopo di dare una “residenza in città” al vescovo.

Quando si entra nella città di Arezzo, la sensazione è sempre quella di fare un salto indietro nel tempo, ma oltre a questa, anche la provincia di Arezzo merita un’attenzione particolare, in quanto ricca di borghi e castelli che hanno svolto un ruolo importante nella storia della regione Toscana.



Last modified: Wednesday, 16 May 2018, 2:29 PM